Novembre 28, 2021

DotCycle

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Vivere. Wimbledon: Djokovic – Berettini, funziona perfettamente per la perdita del capo serbo

La finale di Wimbledon avrà un significato storico. Si oppone, questa domenica (ore 15) Novak Djokovic (n°1) a Matteo Bertini (n°9). Dopo che l’edizione 2020 è stata annullata a causa del Covit-19, il numero 1 del mondo potrebbe conservare il suo titolo e poter dare la sesta cerimonia di incoronazione sul terreno di Londra.

Dopotutto, i serbi possono eguagliare Roger Federer e Rafael Nadal Vincendo il 20° torneo del Grande Slam. Un dato interessante che testimonia il predominio di questi tre giocatori negli ultimi anni nel tennis mondiale. Belgrado, già vincitrice dell’Australian Open di quest’anno e del Roland Cross, potrebbe firmare una terza grande vittoria in un major e continuare a sognare un calendario del Grande Slam, che non è stato raggiunto dopo Rod Laver nel 1969. Berettini è diventato il primo italiano a vincere il suo primo titolo del Grande Slam e un major.

Berettini, successo all’inizio?

Anche Matteo Beretini, dal canto suo, potrebbe entrare nella storia. L’italiano potrebbe diventare il secondo giocatore a vincere un titolo del Grande Slam nell’era Open. Solo Adriano Panata, vincitore del Roland-Carros del 1976, lo ha fatto fino ad oggi. Il giocatore classificato nono nell’ATP e settimo in questa edizione gioca la prima finale di un torneo importante. Il 25enne ha dimostrato di essere solido sul terreno londinese, perdendo solo tre set corti nei turni precedenti.

Wimbledon è il terzo round del Grande Slam dell’anno. L’evento si svolge a Londra da lunedì 28 giugno a domenica 11 luglio. Nel 2019, Novak Djokovic ha vinto contro Roger Federer. sabato, australiano Ashley Party ha vinto il suo primo titolo del torneo dominando Carolina Bliskova.

READ  16 dipendenti di una sede italiana sbarcano a Sochas per qualche mese