Settembre 16, 2021

DotCycle

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Nuovi giovani del tennis italiano

Come si chiama un giocatore che può fare una meta al volo con la mano sulla schiena, senza mai perdere un tie-break? Un regalo? Un capogiro? Tuttavia, il giovane Lorenzo Musetti, 19 anni, partirà per tre mesi Roland-Cross 2021 L’eredità del punto più bello dell’edizione. Le promesse di un giovane capace di sottrarre due set a Novak Djokovic, come Hugo Gaston, contro Dominic Theme lo scorso anno. “Per un po’ è stato il capo”, Il sorpreso serbo è scivolato dopo la partita contro gli italiani.

B Discussione. Dovremmo costringere gli atleti a rispondere alle richieste dei media?

A differenza di Toulouse Coston, una stella che sembra già svanire, Lorenzo Musetti sembra essere l’arma per brillare a lungo. Janick Sinner, che ha giocato con King Nadal per un set nel 16° turno lunedì 7 giugno, prima di arrendersi l’anno scorso (trimestrale) contro il boss del Roland Carros, era indietro di qualche mese rispetto al suo senior.

Questi due rappresentano la punta di una giovane guardia italiana in preda al panico per i punteggi da un anno, con due stili distinti derivati ​​dai più grandi: il gioco potente e diretto di Jonic Chinner, spesso paragonato a quello di Novak Djokovic, con un fallo di mano di Lorenzo Musetti e un fallo di mano di Robert. Riceverà.

Gli italiani non vincevano uno Slam dal 1976

Orfano del Grande Slam per quarantacinque anni (Adriano Panata al Roland Carros 1976), conta nove rappresentanti nella top 100 del tennis italiano. E come segno di un aumento del loro potere, quattro primi posti “gara” su 30, la classifica è stata stabilita solo sui risultati registrati dall’inizio dell’anno solare. L’Italia, infatti, è l’esatto opposto della Francia: quest’ultima ha ancora molte rappresentanze nella classifica ATP, che rispecchia l’anzianità degli spettacoli, ma nessuna nella top 40 della Gara (1).

READ  Firenze allestirà presto il primo museo della lingua italiana

Interrogato dalla stampa francese su questa differenza prima dell’ultimo master 1000 di Roma, il Presidente della Federazione Italiana ha risposto con un sogghigno: “Non te lo spiego, altrimenti ci copierai in Francia.” L’orribile battuta è stata subito corretta da analisi più approfondite nelle colonne Figaro. “Stiamo raccogliendo i frutti della nostra politica per migliorare la nostra disciplina, che è diventata molto popolare. Abbiamo il nostro canale di tennis gratuito che trasmette tennis 24 ore al giorno. Lui ha spiegato. Ha raggiunto un nuovo pubblico e ha riportato i giovani nei club. “

Popolarità e libero accesso ai film… Ecco un discorso che sarebbe dovuto risuonare nelle orecchie dei vertici di una federazione francese che non è riuscita ad attrarre nuovi talenti e ha venduto una parte dei film Roland-Carros Amazon. Il tutto mantenendo una fitta rete di allenatori nazionali che non hanno molto potere in campo. Soprattutto, Gilles Cerwara, Patrick Mourdoglo o Luis Porbica, allenatori di giocatori stranieri – sono rispettivamente Daniel Medvedev, Serena Williams e il boss del tennis canadese. Janick Chinner è allenato da Rogardo Piatti, ex mentore di Novak Djokovic, e Milos Rayonic, considerato uno dei migliori allenatori al mondo.

Italia, Campionessa Europea del Torneo Challenger

Per scatenare una nuova generazione, servono anche competizioni intermedie che non richiedano molti viaggi per i giovani germogli. Da questo punto di vista l’Italia ha anche preso il sopravvento sulla Francia, ex campione d’Europa Challenger (partite professionistiche di seconda divisione). A causa della forza della sua competizione del Grande Slam, ha lasciato questa piccola corona per scivolare in Italia, ora quattro in più (13 contro 17).

READ  Immigrati italiani, Marricio Cadino

Quest’anno, il tennis francese ha registrato la sua peggior prestazione al Roland Carros dal 1968, senza nessun giocatore al terzo turno. È stato orribile essere paragonato all’Italia che aveva cinque giocatori qualificati a questo punto del torneo. Il “vecchio” Fabio Fognini, 34 anni, è un giocatore strano e geniale, paragonabile al nostro Cole Monfils. A parte il fatto di aver vinto il Masters 1000 (Monte-Carlo) nel 2019, la vittoria sulle montagne d’Oltralpe.

“Fabio è stato l’ispirazione”, Matteo Berettini, un fannullone di 1,96 metri, è stato recentemente svelato poche settimane prima della sua prima semifinale del Grande Slam agli US Open 2019. Spera di poter ancora raggiungere la fine del suo quarto mercoledì contro Novak Djokovic.

———–

Masters Torino è andato

Un’altra indicazione della rinascita del tennis italiano e della capacità di convincere i sostenitori locali del potere mediatico del pallone giallo è che Masters ha lasciato Londra per stabilirsi a Torino dal 2021 almeno al 2025. Dal 14 al 21 novembre, la città piemontese ospita i migliori otto giocatori della stagione al Bala Albitur, che ospiterà 15.000 spettatori. Torino è stata la prima città italiana ad essere dominata dalla sua creazione nel 1970.