Ottobre 27, 2021

DotCycle

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L’ambasciatore italiano nella RDC è morto in un attentato: cosa sappiamo

La Farnesina ha confermato lunedì la morte del suo ambasciatore Repubblica Democratica del Congo (TRC), Luke Athanasio, che ha viaggiato con il convoglio delle Nazioni Unite nell’est del Paese. Il diplomatico ha trascorso gran parte della sua vita all’estero in Africa, dove è stato coinvolto in progetti umanitari.

Diplomatico sposato e padre di tre figlie. Sua moglie, Zakia Chediki, originaria di Casablanca, è fondatrice e presidente di “Mama Sophia”, un’organizzazione benefica di volontariato che opera nelle zone più difficili della RDC per aiutare le giovani madri ei loro figli.

  • Ucciso durante la visita del Programma Alimentare Mondiale (WFP)

Luca Attanes è stato ucciso in un attentato nella provincia orientale di Kiev, amaro ricordo alla comunità internazionale dei conflitti che da 25 anni devastano la parte orientale del Paese. L’ambasciatore 43enne ha detto che “è morto per la ferita da arma da fuoco”.AFP Una fonte diplomatica di alta qualità a Kinshasa. Lo ha confermato la Farnesina poco dopo aver rivelato la sua “profonda tristezza”.

Offerta limitata. Da 2 mesi a 1 mese senza impegno

Durante un viaggio sul campo con il Programma alimentare mondiale (WFP) a nord di Coma, la capitale del nord Kivu, l’ambasciatore e il suo convoglio sono stati presi di mira da uomini armati non identificati alle 10:15 GMT. Diplomatico anziano. Gravemente “colpito all’addome”, l’ambasciatore è stato portato in ospedale in “condizioni critiche” prima di rimanere vittima delle ferite riportate.

Altri due sono stati uccisi durante l’attacco al convoglio, da parte sua, il portavoce dell’esercito, il maggiore Guilloom GK, ha detto all’AFP nella regione del Nord Kivu. Secondo le informazioni della vittima, le altre due vittime sarebbero l’autista congolese e la guardia del corpo dell’ambasciatore. L’ambasciatore ha viaggiato in un “convoglio Monusco” in auto, secondo una dichiarazione del ministero degli Esteri italiano, che da più di vent’anni lavora alla RDC. L’ambasciata delle Nazioni Unite in Congo (MONUSCO) ha detto che le vittime erano in una parata di due veicoli del WFP senza MONUSCO.

READ  L'81enne italiano, mancato l'arrivo della moglie ricoverata in ospedale, suona la fisarmonica nella sua finestra

  • Il capo della missione che è diventato un ambasciatore

Luca Athanasio, 43 anni, è arrivato nella Repubblica Democratica del Congo come Capo di Gabinetto nel 2017 ed è stato successivamente nominato Ambasciatore nel 2019. Ha conseguito un dottorato in politica internazionale. Prima di occuparsi di questioni africane e di cooperazione internazionale, ha iniziato nel campo degli affari economici italiani.

All’estero è stato prima nominato Capo della Divisione Economica e Commerciale presso l’Ambasciata di Berna (2006-2010) e successivamente l’Ambasciata Generale (2010-2013) a Casablanca, Marocco. Dopo aver prestato servizio a Roma, nel 2015 è diventato consulente presso l’Ambasciata d’Italia in Nigeria.

“È molto conosciuto e amato. Siamo delusi”, ha risposto su Facebook ad Alessandro Fermi, presidente del consiglio regionale della Lombardia, nato il 23 maggio 1977 a Sarono, vicino a Milano.

L’ex viceministro degli Esteri italiano Emanuela del Rey ha reso omaggio a “un uomo di straordinario coraggio, umanità e professionalità”. “Ricordo il suo sorriso contagioso, la sua classe, la sua ottima conoscenza delle questioni africane”, ha detto Emanuela del Rey, che ha lavorato con l’ambasciatore nel rimpatrio d’emergenza di una suora “molto malata”.

  • Destinatario del Premio Nazireo per la Pace

Nell’ottobre 2020 Luca Athanasio ha ricevuto il Premio Nazireo per la Pace per “l’impegno per la pace tra i popoli”. Difficoltà”.

“Tutto quello che normalmente diamo per scontato in Italia non è in Congo, e purtroppo restano molte altre questioni da risolvere”, ha detto all’epoca.

  • Nord Kivu, un’area in guerra da 25 anni

La parte orientale della Repubblica Democratica del Congo (RDC), la zona ricca di minerali dove è stato ucciso l’ambasciatore italiano a Kinshasa, teatro di pace sconosciuta e di violenza quotidiana, Il pubblico soffre da 25 anni.

Questa zona è la gemma naturale, turistica e minacciata del Parco Nazionale Virunga, teatro di scontri in questa parte del Nord Kivu, dove decine di gruppi armati si contendono il controllo della ricchezza del suolo e delle falde acquifere. .


L’applicazione L’Express

Segui l’analisi e la crittografia ovunque tu sia

Scarica l'app

Scarica l’app

Creato nel 1925, il Parco nazionale di Virunga è un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO. La riserva si estende su 7.769 km2, dal Coma alla regione di Beni, tra montagne e foreste. Il parco è sorvegliato da 689 guardie armate, almeno 200 delle quali sono state uccise in servizio, hanno detto i suoi funzionari.


opinioni

cronico

Emmanuel Macron presenta la sua strategia Indo-Pacifico al Canberra Helicopter Carrier a Sydney il 2 maggio 2018.  (Foto di PETER PARKS / AFP)Jean-Maurice Ribert, ambasciatore di Francia

cronico

L'informatore Francis Hogan al Congresso il 5 ottobre 2021.Federico Philox

cronico

Sylvain Castle, consigliere per le comunicazioni del presidente francese, entra nel cortile del palazzo presidenziale dell'Eliseo a Parigi il 19 settembre 2018.  (Foto di Ludovic Marin / AFP)Di Sylvain Castle

cronico

Come ci ricorda Robin Rivadon, la questione del controllo del progresso dell'intelligenza artificiale è, infatti, una lezione essenziale che deve essere affrontata a livello globale.Robin Rivaton