Dicembre 9, 2021

DotCycle

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il velocista italiano Jacobs scivola nel 2022 dopo il suo straordinario record di Tokyo

Il nuovo re olimpico dei 100 metri non tornerà alle competizioni fino alla fine dell’anno.

Appena undici giorni dopo aver vinto i 100 metri alle Olimpiadi di Tokyo, l’italiano Lamond Marcel Jacobs ha annunciato che non si vedrà mai più in pista prima del 2022. Lunedì è tornato con successo nella penisola dal Giappone, dicendo che avrebbe abbandonato la prossima tappa della Diamond League a cui avrebbe partecipato.

Alla domanda di un fan che gli ha chiesto nella sua storia “cosa”Ci vediamo al prossimo incontro (lui) match di nuovo“, il velocista italiano di origine texana ha risposto brevemente:”2022. ”Una risposta è stata scritta su uno sfondo grigio e sollevata da un’emoji di vetro lunga un’ora.

Jacobs, sconosciuto quasi un anno fa, ha vinto due titoli prestigiosi ai Giochi di Tokyo (100 m e 4×100 m) e ha stabilito un record europeo di 100 m in 9 secondi 80. Nel divertente contesto di questi giochi giapponesi, Queen Discipline ha trovato l’atleta di prima generazione inaspettato per Usain Bolt della Giamaica, che odiava le Olimpiadi dal 2008 al 2016.

Come parte della Diamond League, Jacobs correrà nel Prefontine Classic, Eugene (Oregon, West) il 21 agosto negli Stati Uniti, quindi non parteciperà. Secondo i giornali italiani, Sprinter ha ripreso gli allenamenti in Italia questa settimana, ma si è fermato immediatamente, il quotidiano italiano Corriere della sera, Citando il suo entourage, “Stanchezza accumulata e problema al ginocchio alle Olimpiadi.

Tokyo, prima gran finale

Prima di Tokyo, il 26enne italiano non aveva mai gareggiato nel mondo esterno o nelle finali europee in vita sua. Il suo unico record è il titolo europeo indoor di oltre 60 metri questo inverno a Toronto (Polonia). Ha raggiunto le semifinali dei Mondiali di Doha nel 2019 e l’Euro stop a Berlino nel 2018.

READ  Emozione a Tokyo, il nuovo re dei 100 metri italiani Jacobs

Ma in questa stagione Jacobs si è dimostrato ai massimi livelli. Dopo il suo titolo interno, ha battuto il record italiano a maggio a 9 secondi 95 (entro il primo tempo 10 secondi) prima di essere sfruttato a Tokyo. Nato a El Paso, in Texas, il 26 settembre 1994, era un soldato di stanza alla base di Vigenza vicino a Venezia, nel nord-est del Paese, una conquista in Italia. Il campione olimpico è cresciuto sulle rive del Lago di Corta (nord), tra Verona e Brescia, nel tencenzo del Carta.

Con lui, ma anche con altri atleti come Gianmarco Tampere, soprattutto ciclisti, l’Italia ha raccolto le migliori medaglie alle Olimpiadi di Tokyo. Calcio contro l’Inghilterra a Londra.