Agosto 11, 2022

DotCycle

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Hermes sostiene la tradizione artistica italiana attraverso il suo Grand Tour of Affrescoes

La casa francese di Hermes è tornata a Padova, in Italia, uno dei dipinti più famosi della città. La prima fase di un importante intervento di restauro.

Dal 1837, l’artigianato è l’essenza di Herms. In Italia la casa francese vuole sostenere l’arte del commercio, in particolare l’arte del restauro. L’11 gennaio è stata ufficialmente lanciata Hermes Italia Gran Tour dei Dipinti (Grand Tour degli Affreschi), un intervento di restauro realizzato sul territorio italiano per restituire tutto il suo splendore al patrimonio artistico nazionale. I dipinti di Padova, Patrimonio dell’UNESCO dal 2021, sono la prima tappa di questo Grand Tour, che proseguirà a Napoli nel 2022, Roma nel 2023, seguita da altre città italiane in via di definizione.

Intervento su Annuncio alla Vergine Maria con l’angelo Gabriele, Creato dall’artista Jacobo da Montagnana (1443-1499) e collocato sotto l’arco del Palazzo Angeli a Padova, iniziato il 18 ottobre 2021 e terminato l’11 gennaio 2022, riportando la città al suo stato originario.

Annuncio della Vergine Maria, ritrovata (Padova) | Foto: Sebastiano Coro

Formazione di bellezza

“Attraverso il Grand Tour of Murals, vogliamo aumentare la consapevolezza di far parte dell’economia della bellezza”., spiega Francesca de Corrobo, direttrice di Herms in Italia e Grecia. “Herm இத்தs Italia riconosce la necessità di un’azione volta a creare una nuova responsabilità sociale attiva e concreta per i cittadini e quindi l’organizzazione. Vogliamo essere i protagonisti di attività che mirino a insegnare la trasparenza al mondo, trasmettere manualità e abilità ed essere altamente creativo.”, aggiunge.

Facendo dell’amore, della conoscenza, dell’artigianato e dell’amore per la bellezza contemporanea il suo marchio di fabbrica, questa casa è arrivata al punto di coinvolgere il suo personale.
Nell’ambito di questo programma di “formazione estetica”, il team di Hermes Italia ha partecipato a un workshop sperimentale guidato dall’Accademia dell’Affresco, che mira a comprendere il problema della tecnica del disegno e del restauro. Iniziando con una visita alla Chiesa degli Skrovegni per studiare l’opera di Giotto, i partecipanti hanno visitato l’Orto Botanico di Padova alla scoperta dei fiori della pittura, ancora oggi utilizzata nel campo dell’arte e della tintura.

READ  Moto 2: Speed ​​Up, la storia di un costruttore italiano dall'inizio del "nuovo" segmento

La scelta dei dipinti non è casuale, è più vicina al tema della descrizione, che è il preferito di Hermes. “Le nostre sciarpe di seta raccontano una storia e riflettono il loro tempo come murales”, Finito da Francesca de Corobio.

Il Grand Tour de Hermes fa parte della responsabilità sociale e dell’obiettivo dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Ciò continuerà in altre città italiane affinché possano considerare e preservare l’arte come un bene unico.