Gennaio 22, 2022

DotCycle

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Forse non conosci la nuova perla del tennis italiano che sta affrontando l’italiano Novak Djokovic

All’insaputa del pubblico qualche mese fa, continua a sfidare i più grandi nomi del tennis mondiale e mercoledì affronterà il migliore di loro, Novak Djokovic.

Ha 19 anni ed è già 22° al mondo, l’ultimo finalista del Masters 1000 che si terrà a Miami. Il numero uno al mondo Novak Djokovic affronterà Janick mercoledì 14 aprile nel secondo round del Masters 1000 Monte Carlo. Speriamo in una sconfitta rispetto ai giovani italiani. La sua prima infanzia è stata supersonica e il pubblico non ha mai finito di scoprire il suo immenso talento. Ecco quattro cose che devi sapere su di lui.

Janic Chinner, di San Candido, un piccolo paese italiano al centro delle Dolomiti, si è interessato allo sci alpino fin da piccolo. Quando adorava Alberto Tomba o Bode Miller, si innamorò del tennis a prima vista. Dal momento che non poteva scegliere uno di questi due campi preferiti, Chinner si sarebbe allenato fino all’età di 13 anni prima di scegliere il tennis. TransSulfine era molto arrabbiato con lo sci, il che gli ha dato sollievo. Jonic Sinner è stato incoronato campione italiano nel 2008 e il più grande vincitore nella divisione juniores nel 2012.

Se il tennis vince nello sci alpino, il giovane impresario annuncia agli uffici italiani di Eurosport: “Lo sci è uno sport pericoloso, e se fai una brutta caduta puoi starne via un anno intero. Inoltre mi piace il tennis perché perché guardi l’avversario, a differenza dello sci corri contro il fantasma. E la cronometro”.

Non crea onde a tutto tondo e progredisce con tutta umiltà. Ma ora il nome del peccatore non può essere ignorato. Rafael Nadal è diventato il giocatore più giovane (19 anni e 7 mesi) a raggiungere questo livello dopo il Masters 1000 del 2005 a Madrid, giocando la sua prima finale del Masters 1000 a Miami (sconfiggendo Hubert Harrocks 7-6, 6-4). . È anche diventato il primo debuttante a raggiungere i quarti di finale del Major parigino dopo il Roland Garros nel 2020 e il Maiorca nel 2005. E il più giovane a raggiungere i quarti di finale a Parigi da Novak Djokovic nel 2006. E quando ha vinto il suo primo titolo, Sofia, al Main Circuit nel 2019, l’italiano è diventato il più giovane vincitore della competizione ATP dopo Kei Nishigori nel 2008.

READ  Il processo Suarez è stato chiuso fino a nuovo avviso

Con un silenzio impressionante in campo, con scene di potenza impressionante, segue le orme dei più grandi. Nessuno può dire con certezza quale posizione può raggiungere, ma penso che possa fare qualsiasi cosa. Tutti immaginiamo che solleverà enormi trofei. Per me è come Novak Djokovic, ma con la velocità della palla. Riflette il tennis del tennis. Il futuro.” Crediamo nell’ex giocatore Thomas Fabiano nei commenti annunciati da We Love Tennis.

Negli anni a venire, Janic Sinner, terzo giocatore italiano dopo Beretini (10° al mondo) e Fognini (18°), potrebbe succedere ad Adriano Panata, incoronato al Roland Cros nel 1976, o a Nicole Beatranchelli, incoronata a Parigi. Nel 1959 e nel 1960, solo due transsulfine furono incoronate al Grande Slam maschile.

Dall’età di 13 anni, Janick Sinner trascorre il suo tempo nei tribunali. Fino a quel giorno, la sua vita da adolescente prenderà una nuova piega. Mentre sta giocando, il famoso allenatore italiano Ricardo Piatti lo guarda. Non ci vorrà molto prima che Chinnar si unisca all’accademia del Portigera e al suo nuovo allenatore. Questo è l’inizio di una collaborazione tra i due che dura ormai da sette anni.

Lontano dalla sua famiglia, Chinnar ha un solo obiettivo: fare progressi. Beatty si è allenato nella loro carriera per affiancarsi a vette come Ivan Ljubicic, Novak Djokovic, Milos Raonic o Borna Coric. Il giovane tennista dimostra maturità e duro lavoro. Con sorpresa del suo allenatore: “Jannick non è un evento, ha molto altro da imparare. Con Jannick abbiamo un piano a lungo termine. Non credo che progredirà così presto”.

Il suo aumento meteorite. In due anni Jannick Chinner ha preso quasi 300 seggi. In tre anni, nell’ATP erano disponibili 868 posti. Tra il suo ingresso nel circuito Futures nel gennaio 2018 e la sua prima finale alla competizione professionistica di Santa Cristina Valcardena nell’agosto dello stesso anno, era già entrato nella top 900 (891°). Alla fine dell’anno, è stato classificato 551 ° nel mondo.

READ  La sanguinosa nascita di una leggenda del West italiano

Il 28 ottobre 2019, il giovane italiano è entrato nella top 100 al 93° posto quando aveva 20 anni. Una salita mozzafiato che non si ferma qui. Una vittoria alla NextGen contro Alex de Minar nella classifica N.1 alla fine del 2019 e un quarto di finale al Roland Garros nel 2020 lo spingerebbero al 46esimo posto con una rispettabile sconfitta per 1-1 contro il boss Nadal (7-6, 6-4, 6). . “John the Fox” continua a crescere fino al 22° posto dalla sua prima finale del Masters 1000 a Miami.