Novembre 28, 2021

DotCycle

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Fibra costruttiva di un immigrato italiano nel cartellino: de Macio festeggia i suoi 80 anni

Sulla base di L’Artois, de Macio, azienda specializzata nella costruzione di case unifamiliari, è stata fondata da un immigrato italiano. Ha recentemente festeggiato i suoi 80 anni.

Al Di Mascio di Laudun-l’Ardoise, il DNA contiene fibra strutturale. Si tramanda di padre in figlio e l’avventura è durata quattro generazioni. All’arrivo, forma una solida azienda familiare e il marchio Les Constructors to Suit, che da oltre ottant’anni promuove questa PMI a 30 chilometri intorno a Lawton-L’Artois. L’azienda è stata costituita quattro decenni fa da Fidel de Macio. Tutto è iniziato con l’avventura di questo immigrato italiano che è venuto a Parigi nel 1920 per lavorare. Venne poi a lavorare nel campo militare di Ardos nel 1940. Un anno dopo si stabilì lì e fondò la sua azienda. Oggi sarà l’inizio di un’avventura secolare. Quando si ritirò nel 1967, Fidel de Macio passò ai suoi cinque figli, Armond, Henry, Michael, Victor e Ginot. Fino al 1997 l’azienda era conosciuta come de Macio Frெres. Fecero suddivisioni di 50, vedi 100 ville. “La maggior parte dell’ardesia è stata costruita da Di Macio”, Dice Julian della quarta generazione. Questa fu un’era di boom del dopoguerra, segnata dall’arrivo dell’ardesia del produttore di acciaio Eugene Asier (1).

Chiavi in ​​mano era un esperto in contratti di costruzione di case unifamiliari, e Di Macio fu in seguito assunto per costruire ville per ospitare i dipendenti di Ujin. L’azienda ha ridisegnato parte dell’attuale paesaggio integrato di Ladon-L’Artois. C’era anche Marcool. Un vero fiore all’occhiello nella storia di De Macio. “Abbiamo costruito edifici a Bagnolls-sur-Seas e abbiamo venduto case a persone che lavoravano a Marcool”., testimonia l’ex preside Michael de Macio. “Abbiamo fatto molta pubblicità. Aggiunge. Ma abbiamo anche lavorato in Pacnol per importanti inserzionisti come Jean-Franோois Brahmin”. Oggi è un pittore, ritiratosi a Bond-Saint-Esprit. In termini di crescita, gli anni Settanta e Ottanta furono molto prosperi per i costruttori del Mezzogiorno. “Dopo che è stagnato”. Ma l’avventura di Di Macio continua.

READ  Due nuove parole nel dizionario italiano dopo l'euro, i tifosi di Bonucci disgustati

1) Il sito, che impiega fino a 3.000 persone, ha cessato l’attività il 30 giugno 2004.

Il fatturato è di circa 3,8 M

Oggi Di Macio ha sei dipendenti e diversi artigiani. PMI raggiunge 3,80 M di. Stephen, della terza generazione, riassume il mood della Maison de Macio: “Vogliamo stabilità, vogliamo continuare a lavorare come una famiglia e mantenere la qualità dei nostri servizi”..