Dicembre 9, 2021

DotCycle

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

El Caterton, co-fondata da LVMH, acquisisce l’italiana Etro

MILANO (Reuters) – El Caderton, fondo di private equity co-fondato con la società di lusso Lvmh, acquisirà una quota del 60% del gruppo italiano del lusso Etro, secondo quanto riferito domenica da due fonti.

L’operazione, del valore di circa 500 500 milioni, conferma le informazioni dei quotidiani italiani La Repubblica e Ill Sol 24 Ore.

In un comunicato, Etro ha confermato che acquisirà una quota di controllo in L. Catterton, mentre la famiglia Etro manterrà una quota di minoranza.

Il comunicato stampa non quantifica tali azioni né fornisce dettagli finanziari dell’operazione.

Jerome Eto’o, che ha fondato il gruppo nel 1968, diventerà presidente e la transazione dovrebbe essere completata entro la fine dell’anno, afferma il rapporto.

“Siamo lieti di lavorare con il team di El Caderton per portare la loro conoscenza approfondita dell’industria della moda e la loro esperienza nello sviluppo internazionale di marchi chiave, consentendo al nostro team di raggiungere nuovi traguardi”, spiega l’azienda.

LVMH e L. Catterton non sono stati immediatamente disponibili per un commento.

Ad aprile, una fonte ha detto a Reuters che il gruppo del lusso con sede a Milano stava studiando un marchio interessato da L’Carton, una società di investimento nata da una partnership tra Caderton, LVMH e Bernard Arnold.

Secondo una fonte, i quattro figli di Jerolamo saranno azionisti con il 40% del capitale e continueranno a possedere immobili Etro e negozi a gestione diretta, ha detto una fonte.

L. Catterton ha recentemente acquisito il produttore di scarpe tedesco Birkenstock. LVMH, che possiede diversi marchi italiani, tra cui il gioielliere Bulgaria, ha recentemente aumentato la sua partecipazione nel produttore di scarpe italiano Dots al 10% ad aprile.

READ  Sia l'italiano Tampere che il Qatar Parshim sono stati incoronati campioni olimpici

(Relazione di Sylvia Aloci, edizione francese Guanzale Porsic)