Ottobre 27, 2021

DotCycle

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Ciclismo – Credenze: titolo italiano, medaglia africana e fede svizzera

Inserito

L’italiano Filippo Baroncini vince la corsa alla Coppa del Mondo nelle Fiandre. L’eritreo Pinium Girmay ha scritto la storia in argento. Moro Schmidt ha provato di tutto…

(Da sinistra a destra) Palco con Pinium Girmay, Filippo Baroncini e Olav Guiz.

AFP

Baroncini fa un buon giro per le strade di Lovanio. Il 21enne transilvano, che si è unito al team Trek-Sekafredo nel giro del mondo, ha lasciato tutti sull’ultima complicata salita a 5 chilometri dalla fine. La frangia italiana Girme e l’olandese Olav Guiz sono state in vantaggio in due secondi.

Quindi la medaglia d’argento a SuoRitmo e scrisse la storia della piccola regina. Kirmeya non è certamente il primo africano ad entrare nella scena mondiale del ciclismo – tutto qui Sud Africa Louis Maintz, all’U23 nel 2013 – ma un corridore così lontano dall’Africa nerae Questo record non è stato raggiunto. Di recente ha iniziato a correre per la seconda divisione Intermark-Vandy Cobert

“Alcune persone tradiscono”

La Svizzera è stata di nuovo vicina a un duro colpo. Mauro Schmidt, che sapeva di essere lento nella velocità, era senza dubbio l’uomo forte intrinseco nel percorso delle Fiandre. Il 21enne, originario di Zurigo, ha vinto una tappa a Zero in primavera ed è partito a una ventina di chilometri dal traguardo. Il pilota creato da Kubeka Azos è stato finalmente catturato dalla presa da sei terminali.

Moro Schmidt si sentiva bene, ma era un po' basso.

Moro Schmidt si sentiva bene, ma era un po’ basso.

AFP

ioPensavo che uscissimo con una buona band, ma Schmidt ha detto che alcuni ragazzi tradiscono. Quindi il mio unico modo è andare. Ho accelerato in salita e alla fine ho provato ad andare perché avevo le gambe grosse. Ero un po’ basso, ma sono contento di averlo fattoio Alla fine, Fabio Kristen dovrebbe finire 16° nella 23° giornata del ciclismo svizzero.28a fila da Alexandre Palmer e Schmidt, tutti grandi gruppi.

In precedenza, in Juniors, il norvegese Per Strand rappresenterebbe gli spiriti di HagansMette abbastanza da solo. futuro corridoreLa squadra di riserva di Jumbo-Wisma era avanti di 19 secondi, Gregoriano romano francese. Per il bronzo, è stato deciso dallo Sprint di PelotonL’estone Matis Michaels. Primo svizzero, John Kristen, nPuò fare meglio di 26.

READ  16 dipendenti di una sede italiana sbarcano a Sochas per qualche mese