Dicembre 9, 2021

DotCycle

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Basilio Pompeii, deportato italiano di 103 anni, risponde alle critiche sul vaccino contro il Covit-19

La dose di una iniezione e il vaccino Covit-19. Grafico. (Tommaso Sansone / Piscina)

A casa in Italia, ovunque siamo stati vaccinati, troviamo storie di essere vaccinati: il primo vaccino, le star vaccinate, le badanti vaccinate e i centenari vaccinati. In Toscana, vicino a Firenze, chi lo ha creato Uno dei giornali, Basilio Bombay, 103, è una piccola celebrità locale soprannominata “Nono Basilio” da suo nonno, Basilio, fuggito da un campo di lavoro in Polonia durante la seconda guerra mondiale.

Mucca

Pubblicato da RSA Villa San Piaggio Sopra Martedì 5 gennaio 2021

Dopo il cessate il fuoco del settembre 1943, come migliaia di soldati italiani, rifiutò di arruolarsi nell’esercito del regime nazista. Così nel gennaio 1945 scappò ed entrò in Italia, neve, ghiaccio, SS nel suo equipaggiamento. Ha realizzato un libro, un documentario e ha dedicato tutta la sua vita a testimoniare e raccontare storie. Non dimenticarti di noi.

L’uomo ha ricevuto la sua prima dose di vaccino contro Govt-19 dieci giorni fa, l’evento è stato immortalato nella sua casa di riposo dall’equipe medica e pubblicato sui social media. I caregiver si aspettavano incoraggiamento, ma spesso erano gli insulti che ricevevano: “Perché un uomo dovrebbe essere vaccinato durante la sua vita?”, “Deve aver lasciato la sua dose a un giovanotto!”, “egocentrico”, “Vacciniamo per un secolo quando Quadros muore”, “A caso!”, Etc. I giornali locali sono inondati di critiche che spingono Basilio ad andare a Bombay e chiedere se vogliono rispondere. “A partire dal odiatori, Haters, dici? Ma chi sono queste persone? chiede sorridendo al giornalista Corriere.

Io, la mia arma segreta nella mia adolescenza, ero coraggioso, normalmente ne ho molto di più, quindi diglielo, ehi! Parlagli di coraggio… del resto possono scrivere quello che vogliono, non fa differenza.

Basilio Pompeo

O corriere della sera

Una risposta che ha fatto più rumore dei commenti malevoli. Così, dopo l’umiliazione, centinaia di messaggi di sostegno sono giunti alla casa di cura da tutta Italia. Notizie annunciate Repubblica L’aspetto positivo di questa polemica è che chi non conosceva Nono Basilio ha potuto scoprirlo e parlare di storia, memoria e coraggio. Come dice il secolo, gli altri non sono importanti.

READ  Il borgo italiano di Firenze è aperto fino a domenica 26 settembre