Ottobre 27, 2021

DotCycle

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Andrea Balducci, tra pedale italiano e catalano

Nato a Monza, Andrea Baldusi UN Il precursore del pedale transulpino. Quando è stato deportato in Spagna per le attività professionali del padre, ha indossato diversi cappelli: proprietario del marchio Patel Barcellona, A cominciare da Fernando Belasteguan, co-conduttore e giocatrice rappresentativa della Nazionale italiana femminile.

Barca da Parsa e viceversa

Patel è uno sport molto popolare tra i giocatori di calcio. Carlos Puyol è la migliore prova. Ma prima di lui, il bluegrass era già un evento regolare nei tribunali. Il Baldusi incontro con l’ex Barசாa Ha contribuito all’invenzione di un gioco, che è diventato un interesse e non solo: “Ho giocato a tutti i giochi di barare”, spiega sulle colonne del Corriere dello Sport. “Ho provato il pedale per la prima volta nel 1986. È stato all’inaugurazione di uno stadio in una sala di proprietà degli ex giocatori Vector Munoz e Pichi Alonso..

Il suo rapporto con il Barça si è rafforzato nel 2003 Grazie a Joan Laporte, il primo italiano a lavorare per un club (Ho già visto Bala in mano), tanta voglia di tornare ad essere presidente del Club Catalano. Otto anni di buon e leale servizio attireranno l’attenzione dei giocatori di discipline professionali come comunicazione e basket, pallamano, ring-hockey e futsal.

Andrea Balducci - Barcellona - Italia

Ci incontriamo tra 10 anni

Alla fine degli anni ’80, se non ci fossero stati molti più brani per Ciudad Gondal, non avrebbe ridotto l’appetito per il pedale, anzi. All’inizio degli anni 2000, Balducci è diventato catalano e ha allenato la Confederazione spagnola.

Nonostante la distanza, Andrea Balducci non ha dimenticato il suo paese d’origine. È certo che la pagaia può diventare molto popolare in Italia e fa di tutto per contribuire al suo sviluppo: “Credo sempre fermamente che questo gioco crescerà in Italia. Non mi ha sorpreso la sua ascesa. Italia e Spagna sono nazioni simili”.. Il caso non è stato indagato in anticipo e grazie alla sua doppia cultura, ha rappresentato un collegamento tra la penisola iberica e Bel Pius: “Capisco che il sistema spagnolo può essere un ponte che porta la conoscenza del significato e della comunicazione”..

Tuttavia, se qualcosa è stato realizzato per quasi dieci anni, ha ancora molta strada da fare, nonostante i recenti sforzi. Molte parti di La Botte, Compreso ottenere Interni paesaggi : “2-3 campi da soli non bastano, controlla la scuola di paddle. È necessario investire molto in formazione, allenatori e giocatori per ridurre il divario con i giocatori professionisti stranieri”.. Questo non gli impedisce di essere fiducioso: “Credo fermamente che in dieci anni l’Italia raggiungerà il livello della Spagna”. தெனு!

READ  L'italiano Gianni Moscon ha problemi di cuore!

Franுவாois Miguel Powed Giornalista Boat Game

Sono un giornalista sportivo che vive a Barcellona e apparentemente un appassionato di paddle.

RMC Sports, L’ Equip Magazine, Sport 24, Infosport+, PEN Games e ora ciliegina sulla torta: Paddle Magazine! 😉