Gennaio 22, 2022

DotCycle

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Accordo tra ArcelorMittal e governo italiano per acquisire Ilva

Pubblicato:

ArcelorMittal ha annunciato un accordo con il governo italiano per finanziare il suo investimento nella sua controllata AM Investco, che ha rilevato le attività di Ilva in Italia. Questa partnership pubblico-privato consentirà al governo di prevenire la catastrofe industriale e sociale nella città di Toronto in Puglia, a sud della penisola, mentre l’azienda siderurgica potrà mantenere il controllo parziale (40%) sulla produzione. Acciaio in Italia.

Con il nostro corrispondente a Roma, Anne Le Nir

Tale attività prevede un aumento di capitale nella controllata di ArcelorMittal, che porterà a una partnership con Invitalia, società sotto il controllo del Ministero dell’Economia, nella primavera del 2022. Invitalia investirà complessivamente un miliardo di euro.

Quindi la futura compagnia catturerà la parte più inquinata della città di Toronto. Si affida all’acciaio a basso tenore di carbonio per ridurre l’inquinamento e mira a produrre 8 milioni di tonnellate entro il 2025. Ciò richiede assistenza pubblica per supportare 11.000 posti di lavoro, di cui 8.000 presso il sito di Toronto.

Secondo un piano fornito da ArcelorMittal nel 2019, 5.000 lavoratori dovranno essere licenziati o lasciati in disoccupazione tecnica. Il piano ha causato grandi disordini in tutto il paese, portando all’intervento diretto del governo.

Resta da vedere se le promesse di proteggere la salute delle 191.000 persone che vivono a Toronto in particolare saranno mantenute.

Spero che la nuova pagina si apra visto che il 60% del capitale proviene dallo Stato. Questa è una garanzia. Uno stato entra in un’azienda e non porta valore in più e non credo che le cose rimarranno così. Ma è chiaro che questa è una prima tappa, e ora c’è tutta la questione delle trattative sindacali. Prendiamo atto di questo accordo, ma ribadiamo che al di là dell’accordo finanziario e imprenditoriale, il governo deve venire al tavolo delle trattative con i sindacati e l’azienda. Dobbiamo affrontare tutte le questioni fondamentali per il futuro della squadra, il futuro della città… Le lezioni chiave per noi a parte sono la questione della ristrutturazione industriale e dell’occupazione, la questione dell’ambiente in cima alla lista, le tempistiche e caratteristiche degli investimenti. Ci sono molte lezioni che possiamo sottoporre al governo, alle quali il governo deve rispondere. Non è più accettabile ripiegare su questo.

Piaggio Priciano, Unione FIM CISL

READ  Due nuove parole nel dizionario italiano dopo l'euro, i tifosi di Bonucci disgustati